News

IL FREDDO E’ ARRIVATO IMPARIAMO A PROTEGGERE I NOSTRI 4 ZAMPE

Sono arrivate le prime gelate ed è giusto che pensiamo al benessere dei nostri 4 zampe.

Anche l’inverno nasconde molte insidie per loro, ecco qualche regola semplice per affrontarlo in modo adeguato.

CUCCE:

–      Esterno le cucce devono essere di materiale coibentato, prive di spifferi e potenzialmente riparate (non esposte direttamente alle intemperie)  devono essere dotate di pavimento isolato dal terreno o sollevato da terra e devono essere impermeabilizzate. Potete rivestirle internamente con coperte, che devono essere rimosse e mantenute pulite. Sono in vendita lampade a infrarosso per riscaldare l’interno della cuccia (di facile applicazione basta solo un portalampada e un gancio all’interno) .Fate attenzione che il cane non abbia tendenza a saltare sulla lampada la cui rottura potrebbe essere pericolosa. Errore comune è pensare che una cuccia grande, possa essere migliore; in realtà per trattenere calore e mantenere un ambiente con temperature più miti, ideale è la dimensione, che permette al cane di arrotolarsi comodamente.

      In casa: sollevate la cuccia da terra, mantenete la cuccia pulita

I cani che vivono all’ esterno devono essere costantemente monitorati, potrebbero essere soggetti a gravi ipotermie.. Se fuori fa molto freddo, non esitate a fare entrare il vostro cane in casa! Vi riempirà d’amore con una marea di festa ..alla peggio non riuscirete più a farne a meno e lo terrete sempre in casa!

I cani che vivono in casa, devono comunque affrontare sbalzi di temperatura tra interno ed esterno e rischiano malattie da raffreddamento e raffreddori. Si bagnano con la neve e con la pioggia o anche semplicemente mettendo le zampe in una pozzanghera, per cui, se ciò dovesse avvenire ricordate di non usare il phon per asciugare il pelo, in quanto provocherebbe un eccessivo sbalzo di temperatura, meglio quindi frizionare il pelo con un asciugamano!

Molti  cani soffrono piu di altri il freddo, se il vostro pelosetto è a pelo raso, o anziano o cucciolo prevedete l’uso di un cappottino, ma sceglietelo comodo e caldo non solo chic!

 

PASSEGGIATE: meglio tarda mattinata e al pomeriggio e non la mattina presto e la sera!

Durante la passeggiata fate attenzione a :

      Neve : molti cani la mangiano , ad anziani e cuccioli potrebbe provocare problemi intestinali. Al di sotto della neve potrebbero celarsi insidie pericolose: vetri rotti, pezzi di lamiera,ecc

      Sale : durante le prime gelate o le nevicate viene sparso il sale per le strade, non è sale da cucina ma un composto altamente tossico per il vostro cane.

 

LA CURA DELLE ZAMPE: è bene verificare quotidianamente le zampe del vostro cane . Il ghiaccio potrebbe insinuarsi tra i cuscinetti e provocare lesioni agli stessi. Mantenete morbidi e protetti i cuscinetti con una crema protettiva. (basta anche la semplice vasellina o pomata all’ossido di zinco).

 

PERICOLO IPOTERMIA: i cani e i gatti hanno normalmente una temperatura rettale che varia dai 38 ai 39°C . Se essa scende al di sotto dei 37 , si parla di ipotermia. La terapia prevede il riscaldamento progressivo, concentrandosi su torace e addome. I cani esposti a lungo a basse temperature sono tra quelli più a rischio di ipotermia, ma al di sotto di 0°C diventa rischioso anche lasciarli in macchina! Recatevi immediatamente dal piu vicino veterinario !

 

ALIMENTAZIONE: In genere per gli animali che vivono in casa, la dieta non va assolutamente variata, a meno che non abbia tendenza a dimagrire proprio a causa delle basse temperature esterne; se però vive fuori o fa molta attività (cani da lavoro ed utilità) allora aumentare la razione di un 20-30%